Sarajevo è un signore in giacca e cravatta che esce perfettamente sbarbato da un rudere che è casa sua, è il vecchio Mujo Kulenović che aggiusta il tetto della bottega, è un musulmano che in centro quasi s’inchina davanti a un parroco cattolico. Sarajevo è una pentola che non ha mai toccato carne di maiale e che nelle case ortodosse e cattoliche è sempre pronta per gli ospiti di religione islamica; è Kamite Fočak che a trecento metri dalle linee serbe apre una scuola di buone maniere; è una fila di bambini disciplinati che vanno, in mezzo alla guerra, a imparare il bon ton. Questa città, vent’anni fa, è stata sventrata dalla guerra.

Uno spettacolo che nasce dalla fusione di due lavori che avevamo messo in scena nel 2016 per il progetto “Un treno per Europa” in occasione del viaggio a Sarajevo e che, muovendosi sul crinale fra racconto e metafora, viaggia fra le parole di Paolo Rumiz e Vercors.

IL SILENZIO DEL MARE • Due racconti per Sarajevo
Sabato 17 luglio 2021 – ore 21
Portico Sala delle Colonne
⊙ Via Veneto – Bovezzo (BS)
Prenotazioni allo 030 2111205-215 | cultura@comunebovezzo.bs.it

con
Filippo Garlanda – attore
Alessandro Adami – musicista

📎 Maggiori informazioni