In questi anni ho inserito spesso in scaletta almeno una o due canzoni di Gianmaria Testa, artista che ho sempre amato molto sia per l’eleganza della sua scrittura, sia per il suo carattere schivo.
Più volte ho pensato che sarebbe stato giusto preparare uno spettacolo con le parole e le canzoni di Gianmaria Testa, ma poi ho sempre rimandato perché il tempo era poco e invece un progetto di questo tipo pretendeva la giusta cura.

Questo nostro tempo sospeso non si può certo definire “giusto”, ma se non altro porta almeno con sé occasioni per pensare, approfondire, leggere e rileggere. E così l’occasione è giunta grazie all’invito di Emergency a partecipare ad una iniziativa nazionale di solidarietà: cento palchi aperti in tutta Italia, trecento artisti che si esibiranno da casa per raccogliere fondi in favore della associazione di Gino Strada il 28, 29 e 30 aprile.

Insieme a Stefano Zeni e Carlo Gorio abbiamo scelto cinque canzoni e le abbiamo registrate a distanza (sì, a molto più di un metro). Poi ho chiesto anche a Beatrice Faedi di partecipare, leggendo alcune letture, come spesso facciamo negli spettacoli dal vivo. Cominciava a prendere forma, ma mancava ancora qualcosa. Non mi andava l’idea di riprenderci mentre suonavamo, fingendo di fare un vero concerto… e allora la musica sarà accompagnata solo da immagini (preparate per l’occasione da Agnese Bonfiglio) e noi scompariremo. In scena ci sarà solo la musica di Gianmaria Testa.

Sarà quindi una vera e propria anteprima di uno spettacolo che rimandiamo a quando questa emergenza sanitaria sarà finalmente rientrata (anche grazie agli aiuti che potrete dare ad Emergency). E visto che ancora non si può uscire, ho scelto di intitolarla “Il viaggio”, come la prima canzone che eseguiremo, sperando sia di buon auspicio per tornare presto a fiorire e a suonare su veri palchi.

IL VIAGGIO · OMAGGIO A GIANMARIA TESTA (Anteprima)
In onda sui miei canali social e sulla pagina di Emergency
GIOVEDÌ 30 APRILE, ORE 18:30

LOCANDINA